I top 3 marketing predictions nel 2022

Nel 2022, i professionisti del marketing sposteranno la loro attenzione sul digitale dal miglioramento delle relazioni con i clienti alla creazione di nuove connessioni con loro puntando sempre più all’ omnicanilità. 

La pandemia ci ha costretto a interagire quotidianamente online. Questo nuovo modo di comunicare si è presto riflesso nella comunicazione tra clienti e aziende, e più in generalein tutte le interazioni commerciali e sociali, sempre meno distinte.

Non c’è ritorno, da questo nuovo tipo di interazioni:  chi si occupa di marketing deve realizzare strategie che abbracciano il digitale come base di nuove connessioni tra clienti, dipendenti, partner commerciali e social influencers. 

Per aiutarti durante la transizione a questo scenario, abbiamo riportato di seguito le previsioni di Gartner

La flessibilità del posto di lavoro apre le porte agli inserzionisti

 

Entro il 2023, gli effetti della pandemia continueranno a impattare sul volume delle “impressions” pubblicitarie che aumenteranno del 60% rispetto al 2021. Questo aumento è dovuto principalmente allo smart working che permetterà alle aziende di esporre la loro pubblicità su canali TV e streaming media anche durante le tradizionali ore lavorative dalle 9 alle 18. 

 

Per sfruttare al meglio di questa tendenza: 

– Allinea la tua strategia pubblicitaria per sfruttare i momenti della giornata in cui il tuo pubblico è più ricettivo.

– Valuta i piani media tenendo d’occhio quanto bene possono adattarsi ai cambiamenti temporali.

– Sfrutta l’audio come parte fondamentale della messaggistica: il pubblico potrebbe continuare ad ascoltare anche quando i suoi occhi sono concentrati sul lavoro.

Le azioni dei dipendenti a sostegno dell’impresa per cui lavorano (Employee advocacy) aumentano la credibilità del marchio

 

Entro il 2023, il 90% delle strategie di social media marketing B2B incorporerà programmi di sostegno dei dipendenti su larga scala.

 

– Costruisci o rafforza la tua strategia di social marketing B2B con programmi guidati dai dipendenti volti a creare riconoscimento e fiducia del marchio.

– Ridimensiona la partecipazione dei dipendenti con piattaforme facili da usare che ottimizzano i contenuti pertinenti.

– Fornisci ai dipendenti un flusso costante di contenuti da condividere con i loro social network.

Il negozio preferito del tuo cliente è una piattaforma social


Entro il 2026, il 60% dei consumatori millennial e della Gen Z preferirà effettuare acquisti sulle piattaforme social rispetto alle tradizionali piattaforme di commercio digitale.


– Soddisfa le strategie di contenuto sociale per i consumatori coinvolti che probabilmente abbracceranno il social commerce.

– Migliora la qualità dei contenuti sulle pagine dei prodotti dei social media con informazioni che soddisfano le esigenze dei clienti

– Essere trasparenti sul trattamento dei dati per dissipare le preoccupazioni dei consumatori sulla privacy

Copyright © 2021

Privacy Policy