Dal caos all'ordine: la maturità digitale delle PMI

 

 
 Caos ed ordine, nell’accezione comune, sono termini considerati in antitesi, come opposti che viaggiano su linee parallele che non si sa come fare incontrare. In realtà, per Platone il caos è proprio ciò da cui il Demiurgo attinge per creare il Cosmo, il mondo ordinato. ,

Se non ci fosse il disordine, non ci sarebbe neanche nulla da dover ordinare ed è proprio l’organizzazione, nel tempo e nello spazio, che crea un sistema.

 

 

                                     

 

Il Covid-19 ha diffuso un isterico disordine nel mondo. Il caos generato necessita delle mani di un Demiurgo, che sia persino in grado di far congiungere tra loro due linee parallele. Per le PMI quelle mani esisterebbero: le soluzioni digitali diventano necessarie per garantire loro operatività e organizzazione aziendale efficienti. Infatti, come sostiene l’Osservatori digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano: all’interno di ogni PMI bisogna intraprendere un percorso serio e strutturato di digitalizzazione, ridisegnare i processi e i modelli di business, ripensare i prodotti in chiave digitale e garantire che gli investimenti e le progettualità siano finalizzati a una crescita sostenibile di lungo periodo.

Digitalizzare le PMI significa migliorare la loro produttività e di conseguenza la crescita italiana, integrandole nel tessuto imprenditoriale. Dunque, diventano necessari l’ordine e l’organizzazione, che creano un sistema, singolo e generale, la cui protagonista indiscussa è la trasformazione digitale.

 

Facciamo chiarezza. In Italia ci sono circa 206.000 PMI che da sole contribuiscono al 41% del fatturato totale delle imprese, ma la loro digitalizzazione è al di sotto della media europea. Il rapporto del Politecnico di Milano fotografa il livello di maturità digitale delle PMI italiane, avendo come parametri la digitalizzazione dei processi e la digitalizzazione culturale.

 

Quindi, entriamo più nel dettaglio. Per ogni PMI è emerso un indice di maturità digitale che classifica il loro approccio in:

Analogico, per quelle piccole e medie imprese che hanno ancora una conoscenza ridotta delle tecnologie digitali e affidano i processi e le attività alla modalità manuale. Ad esempio, gestiscono la contabilità in cartaceo.

 

Timido, che include le aziende che hanno incominciato un’inibita (o impacciata?) trasformazione digitale, ma hanno ancora una scarsa vision strategica ed esigue competenze digitali.

 

Convinto, per le aziende che invece hanno già abbandonato l’incertezza e nuotano nel mondo digitale, senza annaspare. Il loro salvagente è l’approccio strategico all’innovazione che le porta a competenze digitali elevate.

 

Avanzato, per le PMI che hanno fatto del digitale il loro Demiurgo e procedono in maniera ordinata e organizzata verso i loro obiettivi. Il caos è un lontano ricordo, grazie ad un buon livello di competenze ed un approccio proattivo a ciò che la trasformazione digitale può offrire.

 

Senza dubbio le PMI più mature da un punto di vista digitale hanno il vantaggio di portare a casa migliori risultati economici: beneficio appagante e vitale per un’impresa. Inoltre, si dimostrano più tempestive nell’abbracciare eventuali cambiamenti che, in un mondo in continua evoluzione come il nostro, vanno sempre tenuti in considerazione, oggi più che mai. Infatti, nessuno avrebbe potuto immaginare, né tanto meno prevedere, una pandemia globale, ma come riportato dal Politecnico di Milano, le PMI con un indice di digitalizzazione più elevato hanno riscontrato minori rallentamenti operativi quando si è verificata l’emergenza da Covid-19.

 

Zendesk, software per il servizio clienti e CRM per le vendite, è l’alleato per una corretta trasformazione digitale. Infatti, pone ordine nei processi aziendali e li organizza in maniera performante, permettendo ai clienti esperienze conversazionali complete, su ogni canale.

 

 

Morale della favola? Mentre le aziende meno digitalmente evolute perderanno ancora tempo tra scartoffie e affideranno tutto alle proprie mani, le aziende già digitalizzate, che hanno passato il testimone a software ed intelligenze artificiali, si godranno un cosmo ordinato, fatto loro su misura.

 

                                                                                

                                                                              

 

                     Contatta un nostro consulente per scoprire il software Zendesk e offrire ai tuoi clienti un servizio impeccabile

 

 

 

Copyright © 2021